Milano 63 loves Emilia…again! + partenza!

Eccoci qui, di nuovo in Emilia, sei mesi dopo, con una comunità più numerosa, dai nostri amici di Rovereto, ai quali avevamo promesso di tornare e così è stato. Ci siamo impegnati a lungo e su vari fronti per preparare questa uscita “lunga” che si è svolta da giovedì sera ed è terminata oggi, domenica 17 mazo. Il risultato è stato, nuovamente, fantastico. Tre giorni passati in un soffio, accanto a persone meravigliose che ci hanno accolto ancora con amore (ancora grazie ad Agnese, Daniele, Riccardo e alle loro belle famiglie!), con un obiettivo: servire. Abbiamo fatto del nostro meglio per dare una mano alla comunità di Rovereto, facendo qualche lavoretto per don Andrea, il nuovo parroco, e per il gruppo scout. Una piccola goccia nel mare, che però ci faceva andare a letto ogni giorno, stanchi, ma con la consapevolezza di esserci resi utili, di non esser stati a guardare. Il paese nel frattempo è molto cambiato, qualcosa non c’è più perchè è stata buttata giù, qualche altra è stata rimessa in piedi con tanti sforzi. Una cosa non manca mai: la voglia di ricominciare, di curare questa profonda ferita. Per tutti noi è stata un’occasione di crescita unica!
Inoltre oggi la comunità ha “perso” uno dei suoi pezzettini, poichè c’è stata una partenza…indovinate di chi?! Sarà forse l’autrice di questo -ultimo- post? 😀
Eh sì, questo momento arriva prima o poi, e porta gioia e tristezza allo stesso tempo. Personalmente, credo la cerimonia con cui ci siamo salutati oggi è stata stupenda, densa di emozioni, significati, canti, simboli, bellissimi regali, fotografie, ancora fotografie, forcole giganti e -diciamolo!- anche di lacrime!! Mi sono sentita davvero importante per voi ed è una sensazione bellissima per la quale vi ringrazio. Vi lascio infine con una frase tratta dal libretto della partenza, una frase del nostro nuovo amico, Baden, e con una foto scattata durante il mio deserto, che voglio condividere con voi!
Un abbraccio,
Sari

“La B. A. del Lupetto, l’impresa dello Scout, la «route» del Rover, sono una apertura sul prossimo, immagine di Dio. Lo Scautismo è sforzo di creature che si aprono all’amore. All’età Rover, quando quell’amore si nutrirà di convinzione e non solo di spontaneità soggetta a sbalzi e delusioni, Dio domanderà la testimonianza delle opere.” (Don Andrea Ghetti)

deserto

Posted in Clan News | Leave a comment

Informiamoci!!

Ciao a tutti,
l’anno scorso noi del Clan Caravanserraglio abbiamo approfondito in un capitolo il tema dell’informazione legata a noi giovani. Inizialmente, abbiamo analizzato i vari mass media, la loro evoluzione nel tempo e come circolano le notizie che poi giungono a noi. Come strumento di inchiesta, ci è sembrato appropriato un sondaggio on-line, che era composto da dieci domande circa le abitudini di noi giovani e il nostro modo di informarci, come avviene ed anche perché. Proprio dalle risposte ottenute da questo sondaggio, abbiamo tratto le nostre conclusioni ed abbiamo elaborato un documento (qui sotto allegato) che spiega un po’ quello che abbiamo fatto.
Ci auguriamo che questo elaborato possa essere uno stimolo ulteriore per riflettere su quanto accade intorno a noi e sull’importanza dell’informazione nell’ottica di una cittadinanza attiva.

Clicca qui –> Informiamoci!!

Posted in Clan News | Leave a comment

AUTOFINANZIAMOCI!!!

Come da oggetto, è cominciata la campagna del nostro clan per portare un po’ di soldini in cassa! Nella giornata di oggi abbiamo venduto presso la parrocchia Mater Amabilis in zona Amendola gli amati calendari scout (che quest’anno meritano davvero anche grazie ai disegni di F.Vettori!) e pacchetti di caramelle e cioccolatini con annesso un segnalibro made in Milano63!
La vendita è andata abbastanza bene e ci troverete domenica prossima presso la chiesa in Bocconi e probabilmente anche in altri posti da definire! stay tuned!
Vi lascio con una foto del nostro banchetto stamattina insieme a due delle nostre fantastiche scolte :P

Posted in Clan News | Leave a comment

E di nuovo route!

Dal 26 al 28 ottobre si è svolta la route estivautunnale del Clan Universitario Caravanserraglio…eh si, perchè visto che noi non siamo un clan normale, le cose le facciamo strane! Poichè in estate facciamo difficoltà a trovarci tutti in un luogo e in un periodo perchè siamo nelle nostre città di provenienza, abbiamo deciso di optare per l’autunno, con una formula ormai collaudata (anche l’anno scorso si è svolta con le stesse modalità!).

Quest’anno il tema della route è stato “RIPARTIAMO!”, che si riferiva alla nostra vita di clan ma che si è sposato benissimo con un grande desiderio che era emerso all’interno del clan sin da giugno: fare una route di servizio nelle terre emiliane colpite dal terremoto. Non so spiegarla, ma è stata una specie di “vocazione” che abbiamo sentito e che ci ha visti tutti d’accordo…sarà anche che la nostra capo fuoco, Rossella, proviene proprio da quelle terre e quindi è stata colpita in prima persona dall’inaspettato evento. In ogni caso, quali che siano state le motivazioni, abbiamo contattato Agnese, una dei capi del Rovereto 1, e in quattro e quattr’otto ci siamo ritrovati lì.

Rovereto sul Secchia è una piccola frazione di Novi di Modena, provincia di Modena, che contava poco meno di 4000 abitanti, numero che ad oggi si è praticamente dimezzato perchè molti hanno scelto di andar via dopo il sisma. E’ tra i paesi maggiormente colpiti dal terremoto del maggio 2012 (in particolare, molti danni li ha causati la scossa del 29), la maggiorparte delle case sono inagibili, sono stati colpiti tutti i luoghi di aggregazione della comunità: la palestra, la chiesa con lo storico campanile, i maggiori esercizi commerciali e le sedi amministrative. Inoltre è tristemente famoso perchè nella chiesa di Santa Caterina, quello stesso giorno, ha perso la vita don Ivan, che si era recato nella chiesa pericolante, insieme ai pompieri, per salvare una statua della Madonnina, simbolo molto amato dalla comunità.

I ragazzi del Rovereto 1 ci hanno raccontato quelle terribili ore, e i giorni immediatamente successivi al sisma, in cui nessun aiuto arrivava nel paese, e loro, un reparto e un clan insieme a qualche vigile del fuoco, si sono rimboccati le maniche e hanno allestito una improvvisata tendopoli e hanno cucinato per circa 2000 persone che si son ritrovate senza casa o comunque con la paura di tornare nella loro stessa abitazione.

Quello che mi ha colpito dei loro volti, mentre raccontavano questi fatti dolorosi, tuttavia, non è stata la tristezza, l’autocommiserazione o l’eroismo, ma è stata quasi la serenità con cui parlavano di qualcosa più grande di loro, inaspettato, disastroso, ma che al tempo stesso ha tirato fuori tutte le loro capacità per andare avanti. “Quando sono debole, è allora che sono più forte”, come ci ricorda uno dei nostri momenti di catechesi.

La gente di Rovereto è gente tosta. Subito dopo il sima, tutte le associazioni cittadine  (di qualunque natura) si sono unite e hanno formato una Onlus (questo è il loro sito: http://www.tuttiinsiemearoveretoesantantonio.it/ ) che ad oggi guida con vigore -e non senza difficoltà e ostacoli- la ricostruzione del paese.

Quello che abbiamo potuto fare noi, rover e scolte “di passaggio”, è stata una goccia in quell’enorme mare ma ne siamo orgogliosi. Il primo giorno abbiamo principalmente aiutato nelle scuole materne ed elementari (dove ci sono carenze di insegnanti e una situazione comunque provvisoria di strutture), sia nelle classi sia “dietro le quinte” (riordinando un magazzino pieno di materiali giunti come aiuti umanitari). La giornata del sabato ci ha visti impegnati nel sistemare una tenda adibita a ludoteca per i bimbi, e a dare una mano logistica durante un’assemblea cittadina, organizzata dalla associazione Tutti insieme per Rovereto e Sant’Antonio. Infine, la domenica abbiamo semplicemente aiutato a gestire la messa domenicale,che si tiene in un’altra grande tenda, poichè manca al momento una qualsiasi struttura aggregativa.

Ma i momenti più belli, a mio avviso, sono stati quelli che abbiamo condiviso insieme alle persone di Rovereto. Le passeggiate con Riccardo nel centro distrutto, le chiacchierate e l’aiuto del piccolo grande Massi, i momenti a disegnare con le sue sorelline. E ancora, l’accoglienza di Agnese e della sua bella famiglia, la cena con il gruppo scout e il racconto dell’esperienza dal loro punto di vista, la gratitudine di una signora anziana per averla semplicemente aiutato a spostare una sedia. E infine, il pranzo domenicale che Agnese, Riccardo, Daniele, Matteo, Massi, Sonia, Sofia e Isabella hanno deciso di condividere con noi, e che per me è stato sicuramente il regalo più grande che potessero farci. Loro in questo momento hanno così poco, ma quel poco ce l’hanno donato con tutto il loro cuore. Noi, nel nostro piccolo, abbiamo cercato di fare lo stesso. Mi sono sentita a casa, con persone che avevo appena conosciuto.

La forza di queste persone è quello che più ci ha colpiti, come clan. In vari momenti, abbiamo sentito il bisogno di confrontarci tra di noi su quello che abbiamo visto e sentito e toccato con mano, noi che fino a quel momento il terremoto l’avevamo visto solo in tv. E’ stata una esperienza molto forte e molto bella, non sono mancate le lacrime e le risate, i momenti di gioco e i momenti di lavoro. Quello che più ci rimarrà dentro, saranno i sorrisi delle persone incontrate lungo la strada, e il loro esempio di vita: non importa quanto le nostre vite possano essere sconvolte e portate fuori dai binari della quotidianità, non importa quanti fratelli dovremo salutare lungo la strada, non importa quante abitudini dobbiamo essere pronti a cambiare, quello che c’è da fare è rimboccarsi le maniche e ripartire, insieme, come una comunità. Si ricomincia ogni volta che diciamo sì, come ci scrive Agnese.

“E’ il momento di rischiare di decidere da soli
non fermarsi e lottare per non essere abbattuti.”

Grazie Rovereto! Il clan Caravanserraglio ti ringrazia con tutto il cuore per ciò che abbiamo ricevuto, che è sicuramente maggiore di quello che abbiamo potuto donare!

ps: potete trovare le altre foto a questo indirizzo: https://www.facebook.com/media/set/?set=a.4688542333007.186171.1277417836&type=1

 

Posted in Clan News, Uscite Clan | Leave a comment

C’è solo la strada

“C’è solo la strada su cui puoi contare
la strada è l’unica salvezza
c’è solo la voglia e il bisogno di uscire
di esporsi nella strada, nella piazza
perché il giudizio universale
non passa per le case
e gli angeli non danno appuntamenti
e anche nelle case più spaziose
non c’è spazio per verifiche e confronti.

[…]

bisogna ritornare nella strada
nella strada per conoscere chi siamo.”

(Giorgio Gaber)

 

…e buona strada a noi che partiamo la prossima settimana per Rovereto in Emilia!

Posted in Clan News | Leave a comment

Latest news!

“Nel mezzo del cammin di nostra vita
Mi ritrovai in un mare di informazione
Che la diritta via era smarrita
Ed a regnare era la confusione.”

Ma……………………………………………………….. per fortuna c’è il Clan Caravanserraglio, che con i suoi agenti provenienti da tutta Italia ha fatto luce sulla situazione. Come ci informiamo noi ciioooooovani d’oggi? Sei aggiornato in tempo reale sugli stati di Fb dei tuoi amici? Sei un fan del cruciverba del Leggo? Non vedi l’ora di scoprire cosa ti riservano gli astri? Eh….. nel mezzo???? Forse ti stai perdendo qualcosa di interessante! Possiamo aiutarti a riemergere dalle sabbie mobili dell’iperinformazione, a fare una raccolta differenziata delle notizie ed a formulare una sana ed equilibrata dieta quotidiana di attualità su misura per te!!! Sono stati questi i temi che abbiamo affrontato nelle nostre riunioni Scout e dalle domande che ci siamo posti è nato lui: il SONDAGGIO! Ha vagato per tutti i canali della rete e…vuoi sapere cosa ne è emerso? La tua curiosità verrà presto soddisfatta dal nostro video che sarà online in autunno! Stay tuned! E buona estate!

Posted in Clan News | 2 Comments

Fine anno!

Sta arrivando la fine dell’anno accademico, e con esso entrano in gioco i programmi per l’estate.. Che si farà? Che progetti ci sono in cantiere? Route diversamente estiva, autofinanziamenti, partenze.. Siamo anche in conclusione del capitolo, per cui ci servono tante persone che compilino il nostro sondaggio (http://www.surveymonkey.com/s/D95WSWT)! Nonostante tutte queste cose da fare (e ancora da organizzare! :)), ci apprestiamo alla sessione d’esami carichi e con una spinta in più.. Sarebbe troppo facile studiare e non avere altro da fare, no? :)

Posted in Clan News | 1 Comment

Destinazione Campo Nazionale!

Ci stiamo avvicinando a uno dei momenti più caratteristici di tutto l’anno.. Il tanto atteso campo nazionale degli scout universitari! Quest’anno si terrà dal 28 aprile al primo maggio,e andremo a Loppiano! Ma giacchè non possiamo andarci a mani vuote, ci stiamo preparando con una serata di animazione, un lavoro sul tema dell’economia oggi,e tanti altri trucchi e balocchi.. :)

 Tanto per ricordarci poi quanto siamo belli e carichi, stiamo anche preparando un’uscita subito successiva al campo nazionale, con i clan della zona di Milano! Go go go! :)

Vola solo chi osa farlo!

Posted in Clan News | Leave a comment

Proverbi

Nel frattempo, continua l’attività di Clan legata al Libro dei Proverbi, un testo contenuto nella Bibbia che ha il compito di trasmettere la sapienza popolare di generazione in generazione. Leggendo qualche proverbio qua e là, senza seguire necessariamente un ordine cronologico, ci si può accorgere di quanto siano attuali e veri la maggiorparte di questi proverbi. Ne riporto alcuni tra quelli che ci hanno colpito di più:

“Cammina verso la vita chi accetta la correzione,
chi trascura il rimprovero si smarrisce. (10,17)
Chi rifiuta la correzione disprezza se stesso,
ma chi ascolta il rimprovero acquista senno. (15,32)”
(questo tema della correzione fraterna ci sta molto a cuore ed è anche uno dei concetti chiave della nostra carta di clan!)

“Più di ogni altra cosa degna di cura,
custodisci il tuo cuore perchè da esso sgorga la vita.” (4,23)

“E’ meglio un piatto di verdura con amore,
che un bue grasso con l’odio.” (15,17)
(di questo c’è anche l’interpretazione data da me e dal capoclan:
“E’ meglio un piatto di verdura con alloro,
che un bue grasso con l’olio.”
che blasfemiiiiiiii!)

a presto!

Posted in Clan News | Leave a comment

Pronti, partenza… Via!

Eccoci finalmente all’inizio dell’avventura “capitolo”! Dopo aver deciso la suddivisione della materia e i giorni in cui presentarla, dopo aver sudato camicie su camicie, siamo allo start di questa nuova, interessantissima sfida. Come ci informiamo? Come veniamo manipolati da chi ci fornisce le informazioni? Ma soprattutto,come possiamo migliorare tutto ciò e trasmetterlo a chi ci circonda?

Posted in Clan News | Leave a comment